Charlotte Figi portata via a soli 13 anni

Pubblicità

La più famosa e giovane paziente di Cannabis medicale è appena deceduta a casa con i suoi cari, ieri sera in Colorado. Era stata trattata come un paziente affetto da COVID19, ma poi testata negativa. Le Cannabiste, col cuore in gola, rende un ultimo omaggio a una bambina con un cuore grande quanto il suo coraggio.

 * * *

La notizia ci ha colpito questa mattina come un pugno allo stomaco. Questa è la brutta notizia che non ci si aspettava, la piccola Charlotte Figi non è sopravvissuta tornando a casa dopo essere stata ricoverata in ospedale per sintomi COVID-19. E stata vittima di un ultima crisi che gli è stata fatale.

#13 anni

Dopo aver lottato per molti anni con la Cannabis contro l’epilessia e per la sua sopravvivenza, è un alta concentrazione di CBD che l’ha aiutata a combattere la malattia.

Charlotte avrà resistito 13 anni grazie ad una pianta che le ha risparmiato centinaia di attacchi al giorno. Sulla scia della sua esperienza, i fratelli Stanley e i suoi genitori avevano sviluppato una soluzione su misura per i bambini: la varietà Charlotte’s Web.

 * * *

 

Charlotte rimarrà per tutti il volto del cambiamento e del progresso contro l’oscurantismo e la paura. Ecco la traduzione del messaggio che i suoi amici hanno pubblicato questa sera sui social network.

* * *

Charlotte era alta tre metri e portava il mondo sulle sue spalle.

Ispirare è una parola carente, proprio come coraggio e vivace, forte e bello.

Lei era divina.

È cresciuta, educata da una comunità, protetta dall’amore, chiedendo al mondo di essere testimone della sua sofferenza affinché trovassero una soluzione. Si alzava ogni giorno, svegliando gli altri con il suo coraggio e con quel sorriso che infettava la tua mente a livello cellulare.

L’infinita compassione dei membri della comunità che hanno sacrificato il loro tempo, risorse e idee per curare il suo giardino dell’amore sono stati fondamentale nella sua cura, ma non c’era nessuno più impegnato della disinteressata Paige , sia madre che guerriera, sia umana che angelo.

La causa di Charlotte è stata la causa della sua famiglia che ha creato una fondazione per la salute a base di Cannabis e che ha dato speranze di vita alla loro figlia e agli innumerevoli figli e figlie come lei.

Charlotte, quindi, divenne la figlia o la sorella o l’amica di tutti e animò l’empatia e l’amore di chiunque avesse il privilegio di ascoltare la sua storia, come hanno fatto milioni di persone. La sua storia ha costruito comunità, il suo bisogno ha creato speranza e la sua eredità continuerà a costruire armonia.

Per Paige, Matt, Greg, Max e Chase – siamo umiliati dalla tua grazia, poiché i frutti della tua gentilezza hanno alimentato il mondo con amore.

* * *

Era una luce che illuminava il mondo. Era una bambina che ci portava tutti sulle sue piccole spalle.

La sua eredità vive nel giardino, nel fiorire delle idee, nel profumo della compassione, nel verde di nutrirci per essere umani migliori in tutti i modi, sempre.

* * *

* * *

Quella che è iniziata come la sua storia, è diventata la storia condivisa di centinaia di migliaia e l’ispirazione di molti altri milioni nel viaggio del loro miglioramento.
Charlotte era e sarà, il battito del cuore della nostra passione e la convinzione che la dignità e la salute di un essere umano siano i loro diritti.

Charlotte, sei la luce delle nostre vite.

Grazie per la tua vita, il tuo coraggio e la tua anima meravigliosa.

Ti vogliamo bene, Charlie.

– Joel, Jared, Jesse, Jon, Jordan, Josh et Austin Stanley

* * *

* * *

Fonti : Facebook /// Green Market report

Commenti, reazioni: Le Cannabiste su Facebook / Twitter

– François Xavier Mombelli per The Blinc Group NYC–

–Le Cannabiste 2018 Tutti diritti riservati –

* * *

Comment this page with your Facebook user