Un 4.20 diverso ma 4.20 lo stesso!

Pubblicità

Il 20 Aprile è un po come il natale dei Stoner. Ci manca solo di mettere qualche regalo sotto una pianta di Cannabis e dire ai più creduli che è Jack Herer che li ha depositati li durante la notte. Una grande festa che unisce il popolo dell’ erba di cui Le Cannabiste si vuole il portavoce. 

Auguriamo un buon 420 a tutti!

 * * *

via GIPHY

 

#420

Come ogni festa popolare, il 420 ha la sua leggenda sulle sue origini. Ognuno ha la propria interpretazione, ma c’è una storia vera dietro le origini di 4.20. Perciò inizia a Marin County, in California, nel 1971. A quel tempo, un gruppo di giovani era soprannominato: “i Waldos”.

All’inizio degli anni ’70, Steve Waldo ricevette una mappa del tesoro. Era disegnata per ritrovare la produzione di Maria sulla penisola di Point Reyes. La carta gli fu data da un amico il cui fratello era un membro della Guardia costiera degli Stati Uniti che coltivava Cannabis.

via GIPHY

* * *

La guardia costiera era un po’ paranoica, e concesse il permesso di raccogliere i frutti della piantagione a Steve. Quest’ultimo formò un gruppo di amici volontari che si incontrarono alle 16:20 davanti alla statua del chimico Louis Pasteur nel campus di San Rafael High, in California, prima di prendere parte all’operazione.

Cosi sono nati i Waldos. Nei giorni successivi a scuola, iniziarono a usare il termine “420 Louie” per ricordare la loro avventura. Alla fine abbandonarono la parte “Louie” e continuarono con il solo “420” per riferirsi ad appuntamenti legati alla Cannabis.

* * *

I Waldos Crédits Sfevergreen.com

* * *

Inizialmente, il “420” non era altro che il gergo segreto dei “Waldos”, un loro scherzo privato. Ma è stato ripreso da altri di cui il gruppo Rock The Greatful Dead.

Perciò si è diffuso di generazione in generazione, da città a città, da paese a paese, nel corso dei decenni e attraverso i media di tutto il mondo per raggiungere l’Italia.

Perché le quattro e venti? E una domanda lecita, che pure la storia dei Waldos non riesce a portare via. Ebbene ieri era il “Bicycle Day”, una data che festeggia un altra sostanza psichedelica : LSD. Sostanza che era molto popolare nei campus Californiani negli anni 70.

Il 19 Aprile del 1943, Albert Hoffman provo’ per la prima volta il suo LSD. Dal suo diario si nota che l’esperimento comincio’ alle 16.20. Coincidenza?

* * *

 

#421

Abbiamo aspettato questo mese di Aprile 2020 per anni! Quest’anno la combinazione dei numeri ci dava l’opportunità di essere 420 tutti giorni. Al contrario, colpa del coronavirus, per tanti sono giorni di magra…

Chi non si ricorda oggi dove ci si trovava l’anno scorso per festeggiare il 420? Personalmente Le Cannabiste era a Parigi per la festa organizzata dall’associazione NORML Francia con la grande Michka Seeliger Chatelain, figura dell’attivismo francese.

* * *

4.20 diverso 4.20 lo stesso
Michka a Parigi Credit Le Cannabiste

* * *

Non ci possiamo nemmeno scordare le immagini magnifiche di Vancouver. A distanza di un anno è incredibile pensare che il distanziamento sociale imposto da settimane ci nega di ripetere un momento di pace e di comunione simile.

* * *

Ma oggi non mancano le azioni virtuali. La speranza è sempre l’ultima a morire allora l’attivismo Cannabico  non intende nascondersi. 

Quindi Le Cannabiste oggi parteciperà all’iniziativa di CannabiService verso le 17. Dalle 12:00 alle 24:00 il 420 Live sarà in diretta sulla pagina Facebook dell’associazione: dj set, show cooking, live painting, cantanti.

Tra i tanti ad intervenire : Valentina Varisco VALEFICENT, Terron Fabio (Sud Sound System), Mama Marjas, Zakalicious, Nikaleo, DJ Spike (Official Boomdabash DJ), Don Ciccio & Congo (Party Hard). Siamo onorati che ci sia data l’opportunità di presentare il nostro media e di contribuire alla nobile causa del servizio di accesso alla Cannabis terapeutica.

* * *

 

Poi saremo anche in collegamento IG con Barcellona ed il nostro amico Bastien di @bcnclubstour per parlare un po della sua attività, e della situazione attuale in Catalogna. Ma anche di un nuovo aggeggio che arriva sul mercato europeo, un giocattolo che ognuno di noi vorrebbe avere…

A notare anche che il nostro Chef Cannabiste Carosi avrà oggi due live di spessore e sicuramente molto interessante per gli amanti della buona cucina. Uno per niente di meno che il famoso media Hightimes alle ore 13.45 locali, quindi 22.45 in Italia su questo link.

* * *

Il Chef Carosi collabora anche con Le Cannabiste. Per Pasqua ci aveva mandato una ricetta di Cioccolatini bianchi al tè verde Cannabis, ci ha promesso nuove ricette che non mancheremo di pubblicare per voi.

Se ne parla su Le Cannabiste

 

Quindi l’altro evento si svolgerà tutto il giorno con grande figure della scena Cannabica oltreoceano come Whoopi Goldberg, Tommy Chong o ancora i Pot Brothers. La missione di Chronic Relief è quella di unire la comunità della Cannabis in occasione della celebrazione del 4/20.

Portando intrattenimento, parole di incoraggiamento e spirito di donazione a chi è nel bisogno, Chronic Relief contribuirà a finanziare la rete di banche alimentari di Feeding America mentre supportano le comunità e le famiglie colpite dalla pandemia. Qui il link.

* * *

* * *

Commenti, reazioni: Le Cannabiste su Facebook / Twitter

– François Xavier Mombelli per The Blinc Group NYC–

–Le Cannabiste 2018 Tutti diritti riservati –

* * *

Comment this page with your Facebook user